Curiosità

Lo zafferano in cucina

Lo zafferano macinato è il più diffuso ma la qualità dei piatti che preparerete e il loro sapore risulteranno più poveri rispetto all’utilizzo dei pistilli di zafferano.

Utilizzare lo zafferano in pistilli non è complicato, bisogna solo sapere come procedere e qual è la quantità corretta. Inoltre lo zafferano in polvere può essere adulterato con altre spezie simili, meno costose, come la curcuma.

Immergete i pistilli in una tazza di acqua calda (non acqua bollente). Potete anche usare brodo o latte, a seconda della ricetta che desiderate cucinare.

Più a lungo i pistilli resteranno a bagno, più forte saranno il sapore e il colore rilasciati.
Quindi diciamo che 40 minuti sarebbe un tempo di infusione perfetto. Potete anche preparare lo zafferano il giorno prima di usarlo conservandolo in frigorifero.

Per un risotto allo zafferano per 6 persone occorrono circa 0,25 gr di zafferano (un cucchiaino da tè – 0,01 once)